Salato

Pennoni con filetti di triglie

Quante volte vi è capitato di programmare il pranzo domenicale e poi invece tutto è saltato. Beh! Domenica mattina mi è successo per l’ennesima volta. Avevo così tanti biscotti da preparare e decorare per le prime comunioni che il primo piatto (maltagliati con crema di fave fresche e battuto di gamberi rossi) è andato a farsi friggere! Vi prometto che appena avrò più tempo libero lo realizzerò e vi darò la ricetta. Ma torniamo a domenica. Sono uscita per andare comunque in pescheria, che per fortuna è appena vicino casa mia, per trovare qualcosa di veloce da fare. Ho visto delle triglie freschissime, che mi hanno strizzato i loro occhietti, e così ho deciso di portarmele a casa per preparare delle penne monograno Felicetti con i loro filetti. La triglie è un pesce con molte spine ma i veri intenditori dicono che quante più spine ci sono più saporito è il pesce stesso. Concordo!!! E’ un pesce che in passato era ritenuto povero ma che adesso è passato sull’altra sponda (si fa per modo di dire…in quanto pesce resta pur sempre in acqua), assurgendosi a pesce di “lusso”. Ma va’…anche i pesci adesso si danno delle arie! Ne è valsa la pena prepararlo per la sua semplicità ed il gran sapore che ha conferito a tutto il piatto. Vi avviso…l’unica difficoltà sta nel ricavare i filetti. Se non siete pratici affidatevi al vostro pescivendolo di fiducia per questa operazione. Io l’ho fatto personalmente perché dispongo di un coltello per sfilettare e ormai ho acquisito una certa praticità. Ad ogni modo, se lo fanno in pescheria (sperando che non vi mandino a quel paese), vi consiglio, comunque, appena tornati a casa di verificare che non ci siano quelle fastidiosissime e invisibili spine che potrebbero rovinare il vostro pranzo e quello dei vostri amici. Alla fine dei giochi, preoccupata che a miei figli non piacesse, il risultato è stato che i piatti erano stati spazzolati a dovere (quasi non servisse l’aiuto della lavastoviglie che io chiamo teneramente “Sissi”) con l’aiuto di una pagnotta da un chilo di quello tipico Pugliese.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
da Taniuccia n° persone: 4
Tempo di preparazione: 1 h

Ingredienti

  • - 320 gr di pennoni;
  • - 8 triglie da circa 100 gr ciascuna.
  • PER LA COTTURA DEI FILETTI DI TRIGLIA
  • - 16 filetti di triglia;
  • - 1 spicchio d'aglio;
  • - un mazzetto di timo;
  • - vino bianco q.b.;
  • - olio e.v.o. q.b.;
  • - sale q.b.;
  • - pepe q.b.;
  • PER IL FUMETTO
  • - teste e lische delle triglie;
  • - 2 carote:
  • - 1 patata piccola;
  • - 1 scalogno;
  • - pomodorini (facoltativi);
  • - olio q.b.;
  • - acqua q.b.;
  • - pepe in grani.
  • PER IL SUGO
  • - 8 fietti di triglie;
  • - 300 gr di polpa di pomodoro;
  • - un grosso pomodoro a grappolo;
  • - 1 spicchio d'aglio;
  • - olio e.v.o. q.b.;
  • - sale q.b.;
  • - pepe q.b..

Preparazione

1

Sfilettate e spinate le triglie, ottenete due filetti da ogni pesce, poi passateli in una padella con un filo d'olio e uno spicchio d'aglio, girandoli una sola volta (abbiate cura di iniziare la cottura con il verso della pelle, esercitando una leggera pressione per evitare che si arriccino); sfumateli con pochissimo vino bianco, salateli, pepateli, profumateli con alcune foglioline di timo e teneteli in caldo.

2

Scaldate un cucchiaio d'olio in una piccola casseruola e fatevi rosolare lo scalogno tritato finemente e le altre verdure. Sciacquate le lische e le teste di pesce e unitele al soffritto. Lasciate insaporire per qualche minuto, mescolando spesso quindi bagnate con un bicchiere d'acqua, salate e unitevi i grani di pepe. Abbassate la fiamma e lasciate cuocere il fumetto per una ventina di minuti.

3

Nel frattempo, in un altro tegame, scaldate un cucchiaio d'olio e fatevi leggermente imbiondire lo spicchio d'aglio schiacciato. Unite la polpa di pomodoro, salate e lasciatela cuocere a fuoco vivace per qualche minuto. Passate il fumetto da un colino, schiacciando bene e aggiungetelo al pomodoro.

4

Fate cuocere il sugo a fuoco vivace per una decina di minuti fino a quando sarà quasi asciugato, aggiungete il pomodoro a grappolo tagliato a fette e, a questo punto, unitevi solo la metà dei filetti delle triglie (le restanti vi serviranno per ultimare la presentazione dei piatti).

5

Continuate la cottura ancora per quattro o cinque minuti avendo cura di sminuzzare il pesce con la forchetta in modo che alla fine il sugo risulti omogeneo e ben amalgamato.

6

Cuocete la pasta (ricordatevi di prelevare un po' d'acqua di cottura che, se del caso, vi servirà per spadellare), scolatele al dente e fatele saltare per un minuto nella padella con il sugo.

7

Impiattate, ultimando i piatti con i filetti delle triglie restanti, spolverando del pepe appena macinato e da ultimo con qualche rametto di timo.

Potrebbe interessarti anche

Nessun commento

Scrivi un commento