Browsing Tag:

piatti

Per bambini/ Salato/ Veloci

Involtini di melanzane

Ecco una ricetta che vi risolverà una cena organizzata all’ultimo momento o come spesso faccio io la propongo alla mia famiglia  come piatto unico o perché no portarla al mare invece del solito panino!

La melanzana si sa è il top preparata (almeno secondo me) nella versione parmigiana (io mi commuovo mentre la mangio) ma per non accendere il forno e per prepararla anche in versione leggera vi suggerisco di provare questa ricetta che  è veloce e super buona….cosa aspettate correte a comprare gli ingredienti!!!

Lasciate un commento in basso al post nello spazio dedicato se le provate.

Buona giornata e alla prossima.

Involtini di melanzana

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
da Taniuccia n° persone: 6
Tempo di preparazione: 1 h

Ingredienti

  • - 2 melanzane grandi;
  • - 3 scatolette di tonno sott'olio da 80 gr;
  • - 30 gr di formaggio pecorino grattugiato;
  • - 30 gr di pangrattato;
  • - 3 cucchiaio di olio di oliva;
  • - 2 cucchiai di capperi;
  • - sale q.b.;
  • - prezzemolo e basilico tritati q.b.;
  • - aceto di mele q.b..

Preparazione

1

Lavate e affettate nel senso della lunghezza le melanzane di uno spessore di circa 5 mm.

2

Grigliatele, salatele leggermente e mettete da parte.

3

In un mixer frullate il tonno (sgocciolato), un cucchiaio di capperi, il formaggio, il pangrattato e l'olio.

4

Dovete ottenere un composto morbido ed omogeneo.

5

Disponete le fette di melanzana su un piano e distribuite il composto frullato, ponendolo ad una estremità.

6

Arrotolate la melanzana formando l'involtino.

7

Sistemate in una pirofila e condite con olio, prezzemolo e basilico, un cucchiaio di capperi ed una spruzzata di aceto.

8

Coprite con pellicola e conservate in frigo.

Salato

Tagliatelle con crema di funghi cardoncelli e guanciale croccante

Di recente, insieme al mio compagno, sono andata a mangiare in un ristorante gourmet. Quindi, voi che dite…solo al pensiero, si alza l’asticella delle aspettative.

Ad ogni modo, non vi dirò il nome del ristorante…tanto ho già fatto la mia recensione.

Per carità, piatti, a tratti particolari, preparati con cura e con materie prime di qualità eccellente…ma tutti un po’ indietro di sale.

Qualcuno, giustamente, potrebbe dire: “E mo’ che fai anche la critica gastronomica?”. No…ma, oggettivamente, senza il sale non davano di niente! Forse il sale sarà evaporato? Chef Antonino Cannavacciuolo docet. Scherzo! lo chef è una persona umile ed un grande professionista.

Scherzi a parte, dicevo che la cucina era a “tratti particolare”…e sì perché il mio compagno ha ordinato un primo piatto, a nostro avviso, normalissimo. Gnocchi con crema di porcini e guanciale croccante. Anche questa portata insipida. Peccato! è stato il nostro commento dopo aver, comunque, mangiato tutto.

Quando siamo usciti dal locale ho detto: “Rifarò il piatto a modo mio!”. E’ così è stato. Cheers!!!

Solo che anziché preparare gli gnocchi ho fatto le tagliatelle a mano (clicca qui per vedere come le ho realizzate)…e qui vi voglio carichi per mettere le mani in pasta. Siete pronti?

Tagliatelle con crema di porcini e guanciale croccante

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
da Taniuccia n° persone: 4
Tempo di preparazione: 1 h

Ingredienti

  • - 320 gr di tagliatelle;
  • - 500 gr di funghi "cardoncelli";
  • - 120 gr di guanciale;
  • - 1 bicchiere di brodo vegetale;
  • - 2 agli o scalogni;
  • - 100 gr di burro;
  • - 60 gr di olio e.v.o. (4 cucchiai);
  • - due rametti di rosmarino;
  • - sale q.b.;
  • - pepe nero q.b.;

Preparazione

1

Iniziamo dai funghi. Prima di cucinarli devono essere accuratamente puliti, preferibilmente spazzolandoli con un pennellino: lo strumento deve essere passato con molta delicatezza fra le lamelle per eliminare ogni residuo di terra e impurità senza danneggiarle. E’ sempre meglio evitare il lavaggio con acqua che, oltre a privare il fungo di parte del suo sapore, rischia anche di fargli assorbire un eccesso di umidità. Separate cappelle e gambi. e tagliateli a pezzettini, a fettine oppure grossolanamente.

2

Munitevi di due ampie padelle in cui cucinerete distintamente i gambi e le cappelle. In ogni padella farete soffriggere l'aglio incamiciato (o se preferite lo scalogno tritato), 50 gr di burro e 20 gr di olio e.v.o.. Eliminate gli agli da entrambe le padelle e aggiungete, come ho già detto, nella prima i soli gambi e nella seconda le sole cappelle. Mescolate e fate cuocere per 10' circa. Regolate di sale e pepe sia i gambi che le cappelle.

3

Spegnete i fuochi e tenete le cappelle in caldo.

4

Inserite all'interno di un frullatore i gambi (con il liquido di cottura) e metà del brodo vegetale ed azionate il frullatore. Aggiungete gli aghi di rosmarino e frullate il tutto aggiungendo, se del caso, altro brodo vegetale. Dall'imbocco del frullatore versate a filo il restante olio. Dovrete ottenere una crema omogenea e mediamente fluida.

5

Non vi resterà che cuocere la pasta. In una pentola capiente portate a bollore l'acqua che avrete salato (vi consiglio di aggiungere anche dell'olio per non far attaccare la tagliatella). Calate la pasta, a cui serviranno pochissimi minuti di cottura (per quella fatta in casa e fresca), e mescolate subito con molta cura per evitare che si attacchi sul fondo. Ricordatevi, come sempre, di prelevare dell'acqua di cottura che vi potrebbe servire per saltare la pasta.

6

Nel frattempo tritate al coltello il guanciale che farete abbrustolire (evitando di farlo bruciare, ovviamente) in una padella ben calda. Non aggiungete olio nel fondo della padella (se proprio volete, e ne avete la disponibilità, ungetela con dello strutto).

7

Scolate la pasta, ancora al dente, e versatela all'interno della padella con le cappelle dei funghi. Mescolate per bene e aggiungete la crema (ottenuta dai gambi dei funghi) che avete realizzato. Aggiungete dell'acqua di cottura se lo ritenete opportuno e spolverizzate dell'altro pepe poco prima di spegnere il fuoco. La pasta si dovrà amalgamare perfettamente con la crema.

8

Impiattate le tagliatelle che guarnirete con il guanciale tostato e con dei rametti di rosmarino. Servite ancora calda.

Note

IL VINO: ottimo da abbinare a questo piatto un vino bianco come il Bombino bianco della "Masseria San Magno" di Corato (BA). In alternativa, andrà benissimo anche un Negroamaro Rosato della Cantina "Vecchia Torre" di Leverano (LE).

 

Salato

“Tiella” di patate funghi e pomodorini al forno

Ci sono dei piatti che vi scaldano il cuore…oltre a riscaldare il vostro stomaco? Beh! siamo in autunno e questo piatto è uno tra quelli che in me suscita queste sensazioni.

La mia “tiella” (parliamoci chiaramente cucinare nei tegami di creta è tutta un’altra cosa) è una preparazione rustica, un mix incredibile di sapori e profumi, che adoro cucinare per cena…specialmente nelle giornate fredde in cui si resta in casa al calduccio. Se preferite, potrete utilizzare questa preparazione come contorno anziché come piatto unico.

E’ una ricetta che preparerei domani che è domenica!!! …

Buona giornata e alla prossima !

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
da Taniuccia n° persone: 4
Tempo di preparazione: 1 h

Ingredienti

  • Vedi le "Note"
  • - 450 gr di funghi cardoncelli (5 pezzi);
  • - 600 gr patate;
  • - 250 gr di pomodorini gialli invernali (andranno bene anche dei pomodorini ciliegini);
  • - 50/60 gr di pecorino (o parmigiano reggiano);
  • - 1/2 bicchiere di brodo vegetale;
  • - 50 gr di burro fuso;
  • - 2 cucchiai di olio e.v.o.;
  • - 2 spicchi d'aglio;
  • - un mazzetto di prezzemolo;
  • - sale q.b.;
  • - pepe nero q.b..

Preparazione

1

Iniziamo dai funghi. Prima di cucinarli devono essere accuratamente puliti, preferibilmente spazzolandoli con un pennellino: lo strumento deve essere passato con molta delicatezza fra le lamelle per eliminare ogni residuo di terra e impurità senza danneggiarle. E’ sempre meglio evitare il lavaggio con acqua che, oltre a privare il fungo di parte del suo sapore, rischia anche di fargli assorbire un eccesso di umidità. Separate cappelle e gambi e tagliateli a pezzettini, a fettine oppure grossolanamente.

2

Adesso bollite le patate avendo queste un tempo di cottura differente dai funghi. Io, normalmente, le cuocio intere al microonde. Dovrete utilizzare patate di media dimensione e possibilmente dello stesso peso. Spazzolatele, lavatele e asciugatele. Sbucciatele e bucherellatele con i rebbi di una forchetta, in modo che in cottura non scoppino, e mettetele su un piatto (se le avrete tagliate a cubetti, ovviamente, non sarà necessario bucarle). Ponete nel forno, coprendo il piatto con l'apposito coperchio, a 800 watt per circa 6/8 minuti (a seconda della dimensione delle patate). Controllate la cottura infilzando con la forchetta e aumentando il tempo di cottura, se del caso, di un minuto per volta. Fatele raffreddare e tagliatele a cubetti o come più gradite.

3

Lavate e asciugate i pomodorini. Tagliateli a metà.

4

Preparate un trito di aglio (a cui avrete eliminato l'anima) e prezzemolo.

5

Adesso prendete una tegame di creta (la "Tiella") - se non ne avete la disponibilità, andrà bene anche una semplice pirofila di vetro - e versatevi i funghi, le patate e i pomodorini. Condite il tutto con il trito di aglio/prezzemolo e l'olio. Aggiustate di sale e pepe. Mescolate per bene facendo amalgamare gli ingredienti. Versate il brodo. Spolverizzate sulla superficie il formaggio e, infine, distribuite a filo il burro fuso.

6

Preriscaldate il forno a 200°C | modalità ventilato ed infornate per circa 35/40 minuti. Gli ultimi 5' terminate la cottura con la modalità grill.

7

Sfornate e fate riposare per altri 5 minuti prima di servire.

Note

IL VINO: vi consiglio di gustare questo piatto con un vino corposo come il Nero di Troia - Puglia IGT - dell'Azienda "Terre Carsiche 1939" di Castellana Grotte (BA), o, in alternativa, ad un vino bianco, d'annata, come il Matan - Maremma Toscana D.O.C. Vermentino - dell'Azienda "La Biagiola" di Sovana (GR). I quantitativi degli ingredienti sono puramente indicativi e, quindi, potranno essere aumentati o diminuiti a seconda del gusto che si intende far prevalere.

Salato/ Veloci

Riso cremoso al pomodoro e stracciatella

Il riso con il pomodoro mi ricorda quando ero bambina e la mia mamma lo preparava spesso. Mi piaceva fare al centro del riso una sorta di cratere che serviva a far mettere al suo interno tanto sugo di pomodoro (tanto per intenderci, quello bello fresco..denso..tutta polpa!!!) per poi aggiungere una montagna di parmigiano…bastava poco per farmi felice :):):)

Ho voluto prepararlo ma con un sugo diverso, altrettanto semplice e con l’aggiunta della stracciatella che dà sempre una marcia strabuona ai piatti rustici e non.

Buon pranzo a tutti 🙂

Riso cremoso al pomodoro e stracciatella

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
da Taniuccia n° persone: 3
Tempo di preparazione: 40 min.

Ingredienti

  • - 270 gr di riso carnaroli;
  • - 400 gr di pomodori rossi;
  • - 1 carota;
  • - 1 pezzetto di sedano;
  • - 1 scalogno o mezza cipolla;
  • - maggiorana o basilico;
  • - olio e.v.o. e sale q.b.;
  • - stracciatella.

Preparazione

1

Per prima cosa lavate e fate a pezzetti le verdure.

2

Fatele rosolare in un poco di olio a fiamma bassa.

3

Aggiungete il pomodoro a pezzetti e salate.

4

Coprite con un coperchio e fate cuocere fino a rendere i pomodori morbidi.

5

Utilizzate il passaverdura per ottenere un sugo cremoso.

6

Nel frattempo cuocete il riso per il tempo necessario (di solito 13/14 minuti).

7

Appena trascorso il tempo scolate, ma non del tutto, e condite con il sugo.

8

Servite e aggiungete la stracciatella e guarnite con qualche fogliolina di maggiorana (o basilico).

Note

IL VINO: vi consiglio di abbinare a questo piatto un vino rosso come il Rossese di Dolceacqua Superiore "Luvaira" della cantina "Maccario Dringenberg" in provincia di Imperia. Vino di buona struttura e dalla freschezza piena e vibrante. Emana profumi territoriali di piccoli frutti rossi uniti ad una speziatura ricca e delicata. Al palato è fresco e persistente, con tannini morbidi e vivaci.

Salato/ Veloci

Cipolle rosse in fiore

La vita mi ha insegnato a non fare programmi….lo so starete pensando….è successo qualcosa a Taniuccia!!!

Certo i cambiamenti avvengono anche se non li vogliamo …ma credo che ogni cosa è scritta per noi..come si suole dire…è destino!!!

Io rimango sempre con i piedi ben saldi e seguo i consigli di mia madre…vai avanti Tany!!!

La passione per la cucina è sempre grande e vi prometto che pian piano vi svelerò i miei piccoli segreti per preparare semplicemente e con amore per i vostri cari.

Cipolle rosse in fiore

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
da Taniuccia n° persone: 4
Tempo di preparazione: 1 h

Ingredienti

  • - 4 cipolle rosse;
  • - 50 ml di olio e.v.o.;
  • - 40 ml aceto balsamico;
  • - sale q.b.;
  • - pepe q.b..

Preparazione

1

Pulite le cipolle e tagliatele in 8 ma senza farle a pezzi (praticate un'incisione a spicchi).

2

Ponetele in una ciotola di vetro a macerare con olio e aceto per 10 minuti.

3

Rivestite una teglia con carta forno e sistemate le cipolle irroratele con l'olio e l'aceto usato in precedenza.

4

Aggiustate di sale e pepe e coprite con carta stagnola.

5

Cuocete in forno caldo modalità statico a 200 °C per 40/45 minuti.

Note

IL VINO: il sapore dolciastro delle cipolle si abbina gradevolmente ad un'ottima Vernaccia di San Giminiano dell'Azienda Cecchi. SUGGERIMENTI: io amo abbinarle con il formaggio di fossa o con un ottimo gorgonzola. Ideale per accompagnare secondi piatti i carne.

Salato/ Veloci

Orzo con carote e zucchine

Da oggi vale…sono venuti gli imbianchini a casa per rinfrescare la mia dolce dimora!!!

Va beh starete pensando… su Taniuccia pensa al risultato!!!

Voi però sapete che se fate un buchino con il trapano per mettere un chiodo avrete la polvere anche nel garage??

Di solito quando si hanno i pittori in casa (come si suol dire) ci si arrangia con panini o pasti velocissimi, io invece vorrei creare la categoria “Cosa preparare quando hai gli operai a casa”.

Della serie “va benissimo anche se si deve portare al mare” :):):)

Ho preparato velocemente…davvero in 20 minuti…questo piatto.

Orzo con carote e zucchine

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
da Taniuccia n° persone: 4
Tempo di preparazione: 20 min.

Ingredienti

  • - 500 gr di orzo perlato;
  • - mezza cipolla;
  • - 2 zucchine;
  • - 2 carote;
  • - olio e.v.o. qb;
  • - sale qb;
  • - curry;
  • - qualche rametto di menta fresca.

Preparazione

1

Sciacquate bene l'orzo e mettelo a cuocere in una pentola con acqua e salate per almeno 20 minuti.

2

Nel frattempo in una padella con olio fate appassire la cipolla e unite le zucchine e le carote che avrete precedentemente lavato e fatto a dadini.

3

Cuocete a fiamma bassa e se necessario unite dell'acqua per rendere le verdure leggermente morbide ma croccanti.

4

Aggiustate di sale e se vi piace un poco di curry.

5

Aggiungete della menta.

6

Scolate bene l'orzo e unitelo alle verdure croccanti e servite.

Dolce/ Per bambini

Occhi di bue

Tempo fa mia madre mi regalò un quaderno con la copertina in cuoio….simile ad un album per le foto dove riporre i ricordi importanti …..e mi disse: “Tany qui potrai trascrivere tutte le tue ricette”, ma io  per anni ne riportavo solo alcune…. poi solo tanti fogli volanti di dolci o biscotti da provare.

I miei figli erano piccoli quindi mi dedicavo solo a preparare cibi per lo svezzamento ed i soliti piatti veloci.

Alcuni anni fa la vita ha deciso per me!!! ….una vocina mi ha suggerito cosa fare :):):

Iniziai a preparare confetture come quelle delle protagoniste dei film che poi hanno successo…in seguito semplici e divertenti corsi di cucina ai bambini.

Incredibile è cio che mi viene spontaneo pensare….chi l’avrebbe detto che la cucina sarebbe stato il mio chiodo fisso.

Il mio amore più grande dopo la mia famiglia.

Questa ricetta che vi lascio è nel mio quaderno da tempo…..i biscotti sono a dir poco deliziosi, specialmente se li realizzerete con gli stampini coloratissimi che utilizzo io.

Occhi bue

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
da Taniuccia n° persone: 600 gr
Tempo di preparazione: 2 h

Ingredienti

  • - 350 gr di farina "00";
  • - 150 gr di fecola di patate;
  • - 150 gr di zucchero a velo;
  • - 250 gr di burro;
  • - 1 uovo;
  • - vanillina o scorza di limone grattugiata.
  • Per farcire:
  • - Confettura a piacere.

Preparazione

1

Impastate tutto come una normale pasta frolla e fate riposare il composto in frigo, avvolto in pellicola, per almeno 30 minuti.

2

Stendete l'impasto a circa 2-4 mm di spessore con un taglia biscotto tondo o come ho fatto io a forma di fiore.

3

La metà verranno ritagliati al centro con un piccolo tagliapasta rotondo.

4

Ponete in una teglia rivestita di carta forno e cuocete in forno statico a 180°C per 13-14 minuti.

5

Una volta freddi farcite con la confettura che più gradite (io ho utilizzato quella di albicocche) e accoppiateli.

Note

IL VINO: accompagnate i biscotti con un vino bianco "Verdeca di Gravina 2017" dell'Azienda Botromagno.